La Casa del Brodo - (Piazza dei quattro Canti) VOTO: 8 Print
(3 votes, average 4.00 out of 5)
Written by Angelica   
Sunday, 30 October 2011 07:48

 

La Casa del Brodo è davvero un posto della tradizione Palermitana.

Sull'origine del suo nome ci sono diverse storie, ma quella autentica sembra che sia una sola, recitata sul loro sito ufficiale...

"I più anziani abitanti del centro storico di Palermo raccontano che, in coincidenza con l’epidemia che colpì la città nei primi anni del ‘900, quelli che andavano a rifocillarsi alla ”Casa del Brodo“ di Corso Vittorio Emanuele avvertivano subito una sensazione di benessere, tanto che ritornavano a gustare il famoso bollito della casa. La voce si sparse subito in città e fu un affluire di clienti che volevano bere una tazza di brodo caldo che dava tanto beneficio e rimetteva in sesto chi aveva perso le forza a seguito della malattia.

Era un periodo di grande indigenza, tra gli avventori, ce n’erano tanti che non avevano la possibilità di acquistare quella benefica tazza di brodo ed il titolare fondatore della trattoria, Salvatore Catanese, non li respingeva ed offriva quella bevanda che nella fantasia popolare aveva tante virtù benefiche.

E’ da allora che, accanto alla tabella dello storico locale palermitano, ce n’è un’altra che dice ”Dal Dottore“ e con questo nome la trattoria oggi è comunemente conosciuta a Palermo e fuori. Tanto che, per darsi un appuntamento a pranzo o a cena, basta dire: “Ci vediamo dal Dottore del Brodo“. "

Era da quest'estate che volevamo andare alla Casa del brodo, ci eravamo passati davanti mentre facevamo un giro in Sicilia con amici ed  il nome sull'insegna - ed il posto così retrò - ci aveva incredibilmente incuriosito. Ma l'occasione per andare l'ho avuta soltanto qualche settimana fa mentre ero in trasferta con alcuni colleghi.

La Casa del Brodo si trova nel pieno del magnifico centro storico di Palermo, in un vicoletto che si affaccia sul Corso, e, siccome non potrete parcheggiare proprio lì vicino, sarete ricompensati da una bellissima passeggiata. Lo riconoscerete dall'insegna luminosa. All'interno è il classico ristorantino "di una volta": spazi piccoli divisi in salette, tovagliato bianco, tendine bianche alle finestre e una moltitudine di fotografie di personaggi celebri appese alle pareti. Il locale è frequentatissimo dai Palermitani, e la prenotazione è d'obbligo, se volete trovare un tavolo.

 

 

Il Menu vi proporrà un antipasto misto a buffet, posizionato su un lungo bancone. Io diffido sempre in generale dei buffet, ma in questo caso mi sono dovuta ricredere. Me ne sono servita per i contorni e dè stata davvero un piacevolissima sorpresa. Piatti solidi, ancorati alla tradizione, ma gustosissimi: patate con la cipollata (per me amante della cipolla davvero fantastiche), le melanzane alla marocchina ripiene di formaggio e menta (buonissimi), la caponata, le sarde alla beccafico, carciofi in agrodolce, zucchine ripiene, i funghi ripieni, la parmigiana di melanzane, alici marinate il cacio cavallo all'argentiera e una grandissima varietà di altre scelte che varia a seconda del giorno e della stagione.

 

 

A seguire troverete il famosissimo Brodo del Dottore, semplice, con pastina o con i tortellini, ricetta segreta e antichissima ora nelle mani dell'abile chef Gaetano Romeres. Vi arriveranno delle vere e proprie tinozze di brodo, buono caldo e bollente, il punto di forza e ristoro del ristorante. Ma l'offerta dei primi è assai vasta con gli agnolotti di capretto e carciofi, oppure quelli al brasato, la pasta con l'anciova (Acciuga e mollica), il macco di fave, le fritelle di fave piselli carciofi e ricotta (tutto insieme? ebbene sì!), la pasta con le vongole o con i ricci, il risotto di mare e i ravoli alla cernia.

 

Tra i secondi segnaliamo i celebri bolliti, con salsa verde e con le patate allo zafferano, quest'ultimo davvero molto molto buono, che vi faranno riscoprire il piacere di un piatto antico, caldo e sostanzioso, che allieterà il vostro palato e vi farà sentire a casa, come se foste ospiti di una vecchia zia. Per i più coraggiosi c'è anche la Lingua con le salse, oppure gli involtini di carne, gli arrosti e la carne grigliata. Se avete voglia di pesce potrete ordinare gli involtini di pesce spada o il pesce spada al trancio, la frittura o il "pesce in bella vista" ossia quello che c'è di meglio del pescato giornaliero.

 


Il servizio è molto rapido, forse anche troppo, vedrete i camerieri sfrecciare a destra e a sinistra e dovrete essere abbastanza svelti anche voi sulla scelta dei piatti dal menu.

Dulcis in fundo, ed in questo caso è davvero il caso di dirlo, arrivano i dessert. Da un posto così famiilare, dal menù così tradizionale, ci saremmo aspettati dolci molto semplici e fatti in casa, sul genere delle crostate di crema e frutta, le ciambelline al vino... una scelta facile e consona all'ambiente, ed invece...

Da bravissimi ristoratori e esperti del buon mangiare, Luisa Catanese e Francesco Lo Coco, insieme al patron Chef Gaetano Romeres e a Paolo Montalto hanno scelto di affidarsi ad una delle più famose pasticcerie Palermitane, che si trova lì vicino: la pasticceria Cappello. E quindi vedrete comparire sulle vostre tavole dolci raffinatissimi, davvero strabilianti. Noi abbiamo avuto al fortuna di poter assaggiare la mitica Torta Setteveli (sette strati di cioccolato differenti) - invenzione della Pasticceria Cappello -  ma ho visto passare splendide torte al pistacchio, cannoli  e tutto il meglio dell'offerta delle celeberrima pasticceria palermitana. Davvero una dolcissima sorpresa che rivela il buon gusto dei gestori della Casa Del Brodo che sano fare il loro mestiere sin dal 1890.

 

 

Casa Del brodo

SERVIZIO: molto veloce, forse non attentissimo

PARCHEGGIO: è in pieno centro storico, quindi parcheggiate un po' fuori e fare una bella passeggiata.

COSTO: da 20- 25 euro a persona in su, bevande escluse.

INDIRIZZO: Vicolo Paterna, 590133 Palermo

TELEFONO: 091 321655 (necessario prenotare!)

POSITIVO: atmosfera familiare, qualità delle materie prime ed esecuzione dei piatti della tradizione, dessert eccezionali,

NEGATIVO: parcheggio, servizio molto veloce (anche i clienti si devono adeguare).



Condividi!!
 

Google Map
ContentMap by Turismo.eu
See also:
Newer news items: