Italian English

Restaurants in Italy

Ristoranti nel mondo

Facebook Fans



Torino



Trattoria Ai Cascinari (zona Zisa) VOTO: 7,5 PDF Print
(3 votes, average 3.67 out of 5)
Written by Nicolò   
Wednesday, 10 October 2012 17:28

 

Ai Cascinari la definirei un’allegra trattoria conviviale.

Ottima con un gruppo di amici, il ristorante ha notevoli punti di forza:  un servizio gentile e alla mano, prezzi bassi, cucina tradizione palermitana proposta senza troppe sbavature, un ambiente pulito e piacevole, piatti abbondanti.

D’altronde il locale è segnalato da Slow Food ed è sempre tra i primi locali suggeriti da Trip Advisor a Palermo.

Prima di iniziare ad inoltrarmi sulla descrizione de Ai Cascinari, devo necessariamente spendere una parola per il personale di sala, mai come in questo caso, infatti, parte del successo deriva dall’attenzione verso il cliente, coccolato dal momento dell’ordinazione fino al dolce. Nonostante il numero di coperti non certo esiguo, ai Cascinari l’ordinazione viene sempre presa dal proprietario che vi spiegherà ogni singolo piatto.


 

I camerieri corrono da un tavolo all’altro ma hanno sempre un sorriso per il cliente, mentre a fine cena non manca mai l’amaro offerto e magari un euro di sconto per arrotondare il conto, già di suo sarà piuttosto leggero. Pensare che lo staff dei Cascinari è composto da sole sei persone, tre in sala e tre in cucina! Sicuramente il merito va riconosciuto al proprietario che, tra le iniziative che intraprende per creare gruppo e far sentire il cliente a casa, porta una volta l’anno tutto il suo personale in un buon ristorante in Italia. E i risultati si vedono.

Per il resto dai Cascinari si parte subito bene con una serie di antipastini della tradizione (in parte di strada) che non possono non piacere: qui si spazia dalle polpette di melanzane, alle panelle, dalle crocchette di patate, al bollito. Non si può non partire con un bel misto di tutti gli antipasti proposti.


 

Mi hanno invece convinto meno i primi piatti: un po’ sciapi i miei spaghetti con le sarde, pomodorini e finocchietto (ne ho mangiati di migliori), non stupefacenti neanche gli spaghetti al nero. Meglio i ravioli e le mezzemaniche alla Liparota.


 

Buoni i secondi, su tutti segnaliamo il calamaro ripieno, il filetto di baccalà a Sfincione (con tante cipolle!) e gli involtini di carne.


 

Veramente super i dolci. Ai Cascinari si appoggia infatti alla mitica pasticceria Campello, creatrice dell’imperdibile sette veli (sette veli di cioccolato!) e della sua versione al pistacchio (per me ancora più buona!). Poi, per chi volesse farsi del male perdendosi la sette veli, ci sono anche i cannoli alla siciliana e un buonissimo sorbetto alle arance (fatto in casa).


 

 

 

I prezzi dei Cascinari sono, ad eccezione del coperto di tre euro, d’avvero contenuti:  antipasti e primi 6-7 euro, secondi di carne 7-10 euro, di pesce 9-12 euro. Il conto finale difficilmente raggiungerà i trenta euro.

Infine non perdetevi il racconto della nascita di questo ristorante riportato su tutti i menu; è una bella storia che illustra le vicende della famiglia Riccobono, fondatrice di questa trattoria nel 1949. A quel tempo a fare da cornice alla trattoria c'era un quatiere ghetto con bambini che camminavano a piedi nudi in cerca di acqua e cibo. Oggi quella Palermo non c'è più, il quartiere che ospita i Cascinari rimane popolare, ma lontano dai racconti del “cortile cascino”.


Trattoria Ai Cascinari

SERVIZIO: molto gentile (per quanto possibile, visto i pochi camerieri!)

PARCHEGGIO: c'è un parcheggiatore abusivo sulla via che sarà contento di ricevere un euro per controllarvi la macchina

PREZZO: 25 euro

GIORNO DI CHIUSURA: lunedì, martedì e mercoledì sera

INDIRIZZO: Via D'Ossuna 43

TELEFONO: 091.6519804

BAGNO: perfetto

POSITIVO: ottima qualità prezzo, ambiente un po' rustico un po' ricercato, attenzione per il cliente, tradizione palermitana, ottimi dolci

NEGATIVO: i primi piatti non ci hanno entusiasmato

PIATTO DA NON PERDERE: la sette veli, gli antipasti



Condividi!!
 

Google Map
ContentMap by Turismo.eu

Last Updated on Thursday, 11 October 2012 15:27